LATISANA

.com

Allungati i tempi dell'inchiesta sui rifiuti ospedalieri

I tempi dell'inchiesta avviata dai carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) in ottobre 2009, in seguito alla scoperta di rifiuti ospedalieri trovati interrati in un'area dell'ospedale civile di Latisana da addibirsi a parcheggio, si allungano.
La risposta dei funzionari, nominati pochi giorni fa dal Gip del tribunaledi Udine, incaricati di fare una perizia sui materiali rinvenuti e quindi fornire ulteriori indicazioni per il proseguimento dell’inchiesta si avrà infatti solamente il 22 settembre 2010

Sono attulamente indagate a vario titolo 13 persone:
  • Francesco Marchesin, responsabile dell’organizzazione dei trasporti della Bruneco Srl di Venezia Marghera;
  • Edi Pellegrini, amministratore della Carbocoke Fvg Srl di Palmanova;
  • Massimo Giaconi, responsabile tecnico della società Palmarina;
  • Marcello Manias, dipendente dell’ASS 5 Bassa friulana e responsabile del procedimento amministrativo;
  • Fabio Spanghero, responsabile della Soc Tecnologie, investimenti e approvvigionamenti della stessa Ass;
  • Marta Plazzotta, responsabile del servizio territoriale del dipartimento udinese dell’Arpa Fvg;
  • Antonella Zanello, dirigente biologa e responsabile del distretto Arpa della Bassa;
  • Maria Marchesin, amministratore unico della Bruneco;
  • Pietro Casarin, presidente dell’omonima casa di spedizioni;
  • Mario Finato, presidente della Finato di Cavaso del Tomba;
  • Valerio Brino, amministratore della Biodue srl di Conegliano;
  • Claudio Cadamuro, responsabile tecnico della discarica gestita dalla Biodue a Paderno del Grappa;
  • Tiziano Conte, manager della Chelab srl incaricata di analizzare i campioni dei rifiuti.
 
mercoledì 23 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione