LATISANA

.com

Latisana, bonus nuovi nati senza discriminazioni

Con la motivazione che il requisito di anzianità di residenza in Friuli costituisce una forma di discriminazione indiretta o dissimulata a danno dei cittadini comunitari residenti in Regione e pertanto contrario ai principi di parita' di trattamento vigenti nell'Unione europea, il Giudice del Lavoro del Tribunale di Udine ha accolto, con una sentenza emessa il 30 giugno 2010, il ricorso presentato da un cittadino rumeno contro la mancata erogazione dell'assegno di natalità regionale, il cosiddetto bonus bebè, da parte del Comune di Latisana.

La decisione del giudice, in particolare, dichiara illegittimo il criterio previsto dall'art. 8 bis della legge regionale n. 11/2006 (''Interventi regionali a sostegno della famiglia e della genitorialità''), che nella nuova formulazione approvata nell'attuale legislatura stabilisce, per l'accesso al beneficio, il requisito della residenza decennale in Italia e quinquennale in regione.

In considerazione del fatto che il diritto comunitario ha un'efficacia ed applicabilità' immediata e diretta nell'ordinamento interno e prevale su qualsivoglia norma interna ad esso incompatibile, il giudice di Udine ha imposto al Comune di Latisana di disapplicare la norma regionale nella parte in cui impone il requisito di anzianità' di residenza.

 
lunedì 21 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione