LATISANA

.com

Elezioni comunali, la Lega potrebbe correre sola

E' uscito ieri, un articolo sul Messagero Veneto che riportava l'uscita della Lega Nord, dall’accordo elettorale firmato non più di un mese fa.

La decisione è maturata al termine di un incontro fra la segreteria provinciale e quella locale del partito necessaria in seguito alla disposizione del proprio Consiglio federale di non allearsi per le prossime elezioni amministrative né con Fli né con l’Udc ed ora proprio con quest'ultimo che  il PDL e la Lega di Latisana avevano sottoscritto a fine febbraio un accordo per sostenere come candidato sindaco Salvatore Benigno.

Dalla presa di posizione del Consiglio Federale erano passate alcune settimane di indecisione ed attesa, per vedere se il Pdl locale, prendesse o meno le distanze dall’Udc, partito politico in minoranza a Latisana da due mandati a favore della Lega Nord alleato nella maggioranza uscente, ma ormai era ora ora di prendere una decisione: lo ha fatto la Lega Nord venerdì pomeriggio.

"Recentemente è stato approvato il decreto sul federalismo municipale che sarà seguito a breve da analoghi provvedimenti sul federalismo provinciale e regionale, tutte riforme contrastate sia dall’Udc che dal Fli e per questo motivo il Consiglio federale ha dato disposizione di non allearsi con questi due partiti per le prossime elezioni amministrative – ha dichiarato Maddalena Spagnolo segretaria della Lega Nord di Latisana – per tanto salvo eventuali diverse scelte che valuteremo nei prossimi giorni non escludiamo di correre da soli».

Quest’ipotesi sembra ormai la più scontata visto che il Pdl finora non ha rinunciato all’Udc, ed è poco probabile che lo faccia elle prossime settimane e nella coalizione del candidato sindaco Ezio Simonin, c'è la presenza del Fli.

 
mercoledì 23 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione