LATISANA

.com

XIX Edizione della Giornata FAI di Primavera

Torna anche quest'anno l’iniziativa "GIORNATA FAI DI PRIMAVERA" che si svolgerà nei giorni 26 e 27 Marzo 2011, e anche quest’anno saranno aperti luoghi, palazzi, castelli e residenze tutelati dal FAI, il Fondo per l’ambiente, con visite guidate.
Nell’anno del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, particolare attenzione è stata data ai luoghi storici di quel periodo, creando dei “percorsi risorgimentali”.

L'elenco completo si trova alla pagina: www.giornatafai.it/Elenco-luoghi-aperti.htm

Di seguito l’elenco per la Regione Friuli Venezia Giulia:


PROVINCIA DI UDINE


UDINE

I Luoghi del Risorgimento a Udine e percorso guidato alle lapidi e alle vie legate al Risorgimento
Palazzo Mangilli – Del Torso (attuale sede del CISM)

Palazzo Mangilli-Del Torso già Antonini, (XVI secolo), sede del Centro Internazionale di Scienze Meccaniche, organizzazione non-profit, fondata nel 1968 per sostenere lo scambio e l’applicazione delle più avanzate conoscenze nelle scienze meccaniche, in settori interdisciplinari come la robotica, biomeccanica, ingegneria ambientale e in altri settori.

Scuola Media “A. Manzoni”
Nel 1866 il Friuli viene annesso al Regno d’Italia. Il Commissario regio Quintino Sella, che deve organizzare la nuova provincia, in accordo con le forze produttive locali promuove la fondazione a Udine di un corso di studi superiori a carattere tecnico per lo sviluppo economico, culturale e scientifico della regione.

Farmacia Colutta – documenti e libri risorgimentali
Torre di Porta Aquileia (attuale sede del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia)
Gli archi e la torre di Porta Aquileia appartengono alla quinta, ossia all’ultima, cerchia di mura della città, costruita tra il XIV ed il XV secolo per scopi difensivi: Posta sulla strada che conduce ad Aquileia e a Grado, Porta Aquileia era una delle tredici porte che consentivano di entrare in città: fu completata intorno al 1440.

Palazzo Antonini – Belgrado (attuale sede della Provincia)

Gli archi e la torre di Porta Aquileia appartengono alla quinta, ossia all’ultima, cerchia di mura della città, costruita tra il XIV ed il XV secolo per scopi difensivi

Giardini Ricasoli, Statua di Vittorio Emanuele II e Giuseppe Mazzini

Situato di fronte al Palazzo Arcivescovile in Piazza Patriarcato, il Giardino Pubblico Ricasoli rappresenta uno dei più apprezzati spazi verdi di Udine.

Castello di Udine: le Carceri
L’origine del colle del Castello, uno dei principali monumenti della città, situato in cima ad un colle nel centro storico, a 138 m s.l.m. è quasi sicuramente dovuto all’accumulo dei detriti nel corso dei secoli.

Luoghi del Risorgimento in Provincia, Palmanova e Osoppo
OSOPPO (UD)
La Fortezza di Osoppo e il Museo all’aperto
La fortezza di Osoppo nel 1514 era sotto il comando di Girolamo Savorgnan, quando scese in Italia l’esercito comandato dal brutale Cristoforo di Frangipane, questo comandante era noto per la sua fama di placare la sua ira e la sua sete di sangue sui contadini inermi

PALMANOVA (UD)
Teatro Gustavo Modena

Costruito tra il 1841 e il 1843, dove nel 1845 recitò il celebre attore e patriota Gustavo Modena. Nel teatro durante l’assedio la popolazione cittadina si raccolse per decidere se arrendersi o resistere

Fortificazioni di Palmanova
Fortificazioni di Palmanova, Fortezza Veneziana, costruita a partire dal 7 ottobre del 1593, racchiusa da tre anelli di mura di epoca veneziana e la più esterna d’epoca napoleonica

Percorso Risorgimentale - Naturalistico: Moti del 1848 sul monte San Martino (Grimacco-UD)

Passeggiata Storico - Naturalistica alle antiche chiesette di S. Andrea e S. Lucia di Cravero



PROVINCIA DI TRIESTE

TRIESTE
Trieste e il Risorgimento
Civico Museo del Risorgimento
Il Museo del Risorgimento è ospitato nell’edificio appositamente costruito dall’architetto Umberto Nordio nel 1934, e decorato con affreschi di Carlo Sbisà. Conserva documenti, fotografie, divise, cimeli, dipinti relativi a fatti e personaggi delle vicende risorgimentali locali, dai moti del 1848 alla prima guerra mondiale

I Palazzi di Piazza Unità d’Italia
Palazzo della Prefettura*
Il Palazzo del Governo di Trieste è l’ultimo in ordine di tempo ad essere stato realizzato in Piazza Unità d’Italia e ospita oggi gli uffici della Prefettura, l’abitazione del Prefetto e diverse stanza per gli ospiti. L’edificio si trova sul sito che anticamente sosteneva il Molo del Mandracchio.

Palazzo della Presidenza della Regione FVG
Il palazzo della Regione, un tempo sede del Lloyd Triestino, è situato in Piazza Unità d’Italia e fu costruito nel 1884 dall’architetto Ernesto Ferstel.

Palazzo Municipale
Il Palazzo venne progettato da Giuseppe Bruni nella seconda metà dell’Ottocento unendo sette edifici diversi, già esistenti. La facciata è caratterizzata dalla centrale torre dell’orologio ornata da due sculture bronzee.



PROVINCIA DI GORIZIA

GORIZIA
Fermenti di italianità nella Gorizia Asburgica
Stazione Meridionale (attuale Stazione Centrale)

Caffè del Teatro

Via dei Signori ( oggi via Carducci) e le Locande

Piazza Corno (oggi Piazza De Amicis)

Palazzo degli Stati Provinciali (attuale Questura di Gorizia)

BORGO CASTELLO
Itinerario FAI all’interno dei Musei Provinciali di Borgo Castello
Il 1861 vede Gorizia occupare nell’impero asburgico una ben precisa posizione assieme a Trieste e all’Istria nella nuova regione chiamata Il Litorale.
L’eco degli eventi risorgimentali ebbe scarso impatto sulla maggioranza della popolazione, la quale mantenne un atteggiamento fedele alla casa d’Asburgo.Solo una piccola parte di intellettuali cercò di diffondere attraverso i giornali e in alcune occasioni le idee mazziniane ed irredentiste.
Conferenza “G. I. Ascoli intellettuale goriziano del Risorgimento” a cura del Prof. Fulvio Salimbeni, Presidente Comitato del Risorgimento FVG

 
mercoledì 23 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione