LATISANA

.com

Arrestato lo specialista dei furti nelle piscine

E' stato preso il ladro specializzato nei furti alle piscine comunali. Aveva colpito anche nella piscina Comunale di Latisana.

Fingendosi un normale cliente, durante l'orario di nuoto libero, si cambiava e dopo aver fatto alcune vasche, usciva dall'acqua e, tornato negli spogliatoi, con un trancino, apriva alcuni armadietti impossessandosi del loro contenuto.

Poi si recava nel parcheggio ed individuate le auto, azionando il telecomando delle chiavi delle auto che aveva appena rubato, effettuava altri furti.

In alcuni casi, S.M., cittadino romeno di trentadue anni, domiciliato a Barco di Pravisdomini, si era anche impossessato dell'autovettura del derubato, utilizzandola per gli spostamenti necessari a compiere altri furti.

Ieri mattina però, all'uscita della piscina comunale di Vittorio Veneto, dove era giunto a bordo di uno scooter, c'erano ad attenderlo gli uomini del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Portogruaro e del Nucleo Radiomobile di Vittorio Veneto, che lo hanno arrestato in flagranza di
reato.

Al termine di un indagine durata parecchie settimane, durante le quali sono stati analizzati i filmati delle telecamere di sicurezza degli impianti sportivi dove erano stati commessi i furti, confrontandoli con foto segnaletiche ed identikit, i militari, fingendosi addetti
all'impianto, erano riusciti a tenerlo d'occhio, accorgendosi del tentativo di furto commesso ai danni degli armadietti di alcuni clienti, il cui lucchetto era stato tranciato.

L'immediata perquisizione del ladro, bloccato all'uscita, ha permesso di trovare nel suo zaino un trancino, un cacciavite ed alcuni oggetti trafugati nei giorni precedenti in altre piscine.

Dalla perquisizione della sua abitazione sono saltati fuori numerosi cellulari, macchine fotografiche, notebook, orologi, anelli ed altro materiale rubato.

Dal mese di novembre 2010, sono stati decine gli impianti "visitati" dal malfattore con almeno 3 o 4 furti ogni volta, fra i quali Portogruaro, Santo Stino di Livenza, Caorle, Bibione, Oderzo, Lignano, Latisana, Motta di Livenza, Pordenone, Gaiarine e Vittorio Veneto.

Al momento sono 18 i furti accertati, comprese sei autovetture già recuperate nel corso delle indagini e restituite ai legittimi proprietari.

Il malfattore, si trova ora detenuto in attesa di giudizio.
 
venerdì 18 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione