LATISANA

.com

Comunicato Stampa Lega Nord - Bossi di Latisana

Castelli lancia la Spagnolo: un sindaco per la Lega

"Le nostre forze sono i nostri militanti e il consenso dei cittadini." Una chiosa che non poteva che provocare un fragoroso applauso fra i tanti leghisti presenti ieri sera al Bella Venezia per salutare il vice ministro alle infrastrutture e ai trasporti, Roberto Castelli in visita nella Bassa friulana per un sostegno alla candidatura a sindaco di Latisana di Maddalena Spagnolo, dopo una visita a Palazzolo dello Stella per un incontro con il candidato sindaco Mauro Bordin.
Siamo il partito che rappresenta gli interessi del nord  ha detto Castelli  e abbiamo bisogno di sindaci capaci come i tanti giovani preparati cresciuti in questi anni nella Lega perchè con il Federalismo fiscale finalmente portato a compimento i sindaci avranno grande autonomia su come applicarlo.
Un iter durato tre anni ha ricordato il vice ministro per arrivare al compimento di quella che ha definito la missione Federalismo, anticipando che la novità normativa che vedrà applicazione con i prossimi sindaci interesserà anche la questione rifiuti, per mandare le immondizie di Napoli in Germania sono stati spesi 580 milioni di euro  ha detto Castelli ma una spesa che non si deve assolutamente ripetere.
Una platea in piedi, concentrata ad ascoltare le note dell'"inno" Va pensiero ha accolto il vice ministro al suo arrivo a Latisana in anticipo rispetto alla tabella di marcia e salutato dalle parole del segretario provinciale Matteo Piasente e dal senatore Mario Pittoni prima che dalla candidata Spagnolo.
A Latisana è stata fatta un'operazione di chiarezza mentre l'alleanza fra Pdl e Udc rischia di avere ripercussioni ha detto il segretario Piasente parlando della decisione di presentarsi da soli, quanto invece all'altro candidato dell'area di Centro destra, Ezio Simonin e all'annuncio di recenti incontri istituzionali fra i quali quello con il sindaco di Verona, Renzo Tosi, il segretario provinciale del Carroccio ha parlato di invenzioni per accaparrare consensi ma così non si va lontano.
"Una lista che si spaccia per la Lega Nord e incontra Italo Bocchino dice già tutto" gli ha fatto eco nel suo intervento Castelli. Correre da soli senza zavorra ha detto il senatore Pittoni ci permette uscire nel territorio e portare avanti i nostri principi, gli stessi che la candidata Maddalena Spagnolo ha poi illustrato ai presenti come punti salienti del programma dalla sicurezza per i cittadini all'impegno a favore dei giovani all'ammodernamento della pubblica amministrazione.
 
lunedì 21 agosto
Seguici su Facebook

Twitter
last minute appartamenti a Bibione